Buoni spesa - Comune di Cologno Monzese

archivio notizie - Comunicazione istituzionale - Comune di Cologno Monzese

Buoni spesa

 

DESTINATARI
I nuclei familiari destinatari sono quelli più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e che si trovino in una delle seguenti condizioni:
a)  perdita del posto di lavoro nei primi tre mesi dell’anno di almeno un componente del nucleo famigliare;
b)  riduzione dell’orario di lavoro superiore al 20% di almeno un componente del nucleo famigliare;
c)  mancato rinnovo di contratto a termine ad almeno un componente del nucleo famigliare;
d) sospensione/cessazione di attività libero-professionali, autonoma o artigianale/commerciale individuale superiore a 20 giorni alla data del 20/04/2020 di almeno un componente del nucleo famigliare;
e)  assenza di reddito dovuta a mancanza di occupazione stabile;
f)  malattia grave, decesso di un componente del nucleo familiare.

Sono condizione di esclusione:

  1. Essere assegnatari tutti componenti adulti del nucleo famigliare di sostegni pubblici quali il REI o il Reddito di Cittadinanza, NASPI, Indennità di Mobilità, Cassa Integrazione Guadagni per importi superiori a € 800,00 mensili.

  2. Il possesso di conti correnti bancari o postali superiori alla soglia di € 4.000,00 per nuclei fino a due persone, superiore alla soglia di € 6.000,00 per nuclei di più di due persone.

REQUISITI DEI NUCLEI FAMILIARI AMMISSIBILI
I nuclei familiari supportati devono possedere i seguenti requisiti:
a) residenza o domicilio obbligatorio a seguito di ottemperanza alle disposizioni delle autorità competenti nel Comune di Cologno Monzese.

IMPORTO DEI BUONI SPESA
I Buoni Spesa verranno riconosciuti attraverso l’assegnazione di idonei titoli spendibili presso i negozi del territorio, convenzionati con l’azienda erogatrice dei ticket e saranno utilizzabili per l’acquisto di beni di prima necessità.
Nel caso risultino ancora risorse disponibili, potranno essere presentate ulteriori domande decorsi trenta giorni dall’erogazione del precedente beneficio.
L’importo mensile dei Buoni Spesa assegnati ad ogni nucleo rispetterà i seguenti criteri:
a)  Buono spesa equivalente ad € 180,00 su base mensile per nuclei di una sola persona;
b)  Buono spesa equivalente ad € 320,00 su base mensile per nuclei di due persone;
c)  Buono spesa equivalente ad € 400,00 su base mensile per nuclei di tre persone;
d)  Buono spesa equivalente ad € 480,00 su base mensile per nuclei di quattro persone;
e)  Buono spesa equivalente ad € 540,00 su base mensile per nuclei di cinque persone.

Modalità di consegna / ritiro dei Buoni
Le modalità verranno
comunicate al nucleo beneficiario con apposita email o in caso di indisponibilità di una casella di posta elettronica personale, attraverso l’invio di apposita lettera, anticipata da comunicazione telefonica.
Il Buono Spesa è una tantum e sarà erogato in un’unica soluzione a favore del singolo nucleo famigliare beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda di richiesta dei Buoni Spesa (formato pdf. o editabile), contenente la dichiarazione del possesso dei requisiti di cui agli artt.1 e 2, regolarmente sottoscritta, con allegata la copia del documento di identità del richiedente, potrà essere trasmessa:

  • Tramite lo sportello polifunzionale digitale “ColognoEasy”;
  • Tramite mail ordinaria all’indirizzo email buonispesacovid19@comune.colognomonzese.mi.it 
    In tal caso l'evenutale documentazione può essere prodotta con la scansione dei documenti o in alternativa con riproduzione fotografica (ad es. con smartphone);
  • Consegnata a mano, presso l’ufficio protocollo situato nella sede comunale di via Della Resistenza 1.

Non è ammessa nessun’altra modalità di presentazione della domanda.
Nel caso di impossibilità di sottoscrizione della domanda al momento della presentazione, la stessa dovrà essere comunque firmata contestualmente alla consegna dei buoni spesa.

CONTROLLI
Gli uffici competenti, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 71 e seguenti del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, procederanno ad “effettuare idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del citato DPR”.
I controlli, da effettuarsi in via successiva con cadenza trimestrale, dovranno riguardare almeno il 30% delle domande presentate.
Ferma restando la responsabilità penale in caso di dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi, qualora dal controllo effettuato dall’Amministrazione emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante ed i componenti il suo nucleo familiare, decadono dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, con avvio del procedimento di recupero.


INFORMAZIONI E ASSISTENZA
Per ulteriori informazioni e assistenza, i cittadini interessati possono chiamare i seguenti numeri 0225308723 e 0225308538 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00.

Disposizione di coordinamento
Restano valide e dovranno essere valutate con i nuovi criteri le domande già pervenute presso il protocollo dell’ente trasmesse sulla base delle linee guida precedenti, nel caso in cui le stesse non abbiano già ricevuto formale diniego.

Altre informazioni nei documenti allegati

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (50 valutazioni)