Il territorio, l'agricoltura, le vie d'acqua - Comune di Cologno Monzese

VIVICologno | Conoscere la città - storia | Il territorio, l'agricoltura, le vie d'acqua - Comune di Cologno Monzese

Il territorio, l’agricoltura, le vie d'acqua


L’agricoltura

 

Il territorio [?] è ubertosissimo di vino, bozzoli, legumi e frutta. [?] Saluberrima ne è l’aria; ad ogni passo t’incontri in deliziose ville, giardini, serre”, [40] così Cesare Cantù descrive la fertilità del territorio di Cologno in una guida ottocentesca. Cologno era circondata da cascine con immensi campi coltivati, irrigati dai fontanili che attraversavano anche il centro dell’abitato.

Fiorente era la coltivazione del gelso per la produzione del baco da seta per la locale filanda, si coltivava anche la vite di clinto e gli ortaggi. “Ma anche più diffusa era la coltura dei cereali, dati gli scambi e le vendite frequenti di campi e di ?terra aratoria?, e la presenza nel secolo IX di almeno quattro mulini sul Lambro, nel tratto di fiume compreso tra Cologno e Blandino”. [41] (Sant’Alessandro MB)

 

[40] Cesare Cantù, Storia di Milano e sua provincia, Ed. Fausto Sardini, 1974.

 

[41] ibidem nota [1]

 

 

Il fontanile

 

Il Fontanile in Piazza Mentana

 

Il lavatoio del fontanile in piazza Mentana

 

 

 

Il “funtanin nasceva alla Cascina Nuova in località Santa Maria, arrivava a Cologno attraversando la campagna (attuale viale Lombardia) fino alle Quattro Strade, passava sotto un ponticello davanti a Villa Citterio, entrava in piazza Castello, serpeggiando prima a fianco di piazza Mentana, dove le donne del 'Cò de Sùra’ avevano le pietre per lavare, percorreva poi per intero la Villa Casati e la Filanda, scavalcato da due ponti più grandi che servivano d’accesso alla villa e all’Opificio; mentre un quarto ponticello divideva via Umberto I (via Indipendenza). Indi imboccava la via Fontanile e lambendo il 'Colombirolo’ arrivava al Metallino andando ad irrigare qualche marcita nei pressi del Naviglio. Nella Piazza Castello il fontanile si allargava ed anche qui la sponda era coperta da grosse pietre per le lavandaie. Arrivavano al mattino di buon’ora, con i loro cesti di biancheria da lavare e passavano la mattina a sbattere panni sulle pietre, cantando e facendo pettegolezzi, mentre i ragazzi si tuffano nelle acque chiare. Ogni domenica poi, sulle rive di questo fontanile, sempre in piazza Castello, c’era un’orchestrina che i colognesi chiamavano 'l’orchestra dela Lana’.”[42]

 

Nel 1961 il Comune di Cologno Monzese deliberò la copertura del fontanile nel tratto che da piazza Castello, proseguiva sull’attuale via che lo ricorda con il suo nome “via Fontanile”, fino a Via Milano.

 

 

Il lago Tana

 

don Carlo Testa in barca al Lago Tana

 

don Carlo Testa in barca al Lago Tana

 

 

Il lago tana era ricco di fauna ittica, lì i colognesi si recavano per far scampagnate, pescare e andare in barca.  “Situato in zona Bettolino Freddo (situato sulla destra di via Dante Alighieri), non era altro che uno dei tanti laghetti artificiali, ricavato da una cava, la quale aveva formato al centro due isolette e cintato tutto intorno da siepi ed alberi naturali. L’isoletta più nascosta era riservata ai pescatori che in tranquillità attendevano al loro svago preferito; infatti il laghetto era ricco di alborelle, gobbi, cavedani, tinche e anche certe grosse ostriche d’acqua dolce (10-13 cm) che si trovavano immerse nella melma di fondo e venivano catturate in modo abbastanza originale. Quando il livello dell’acqua era basso e le ostriche sporgevano dalla melma col guscio semiparto per poter respirare, i pescatori muniti di un bastone con un chiodo in cima, camminando sulle isolette di ghiaia, lo introducevano tra le valve aperte che richiudendosi di scatto rimanevano attaccate al chiodo. Nell’isoletta più spaziosa e più pianeggiante invece, si riunivano quelli che avevano intenzione di passare l’intera giornata in allegria”. [43]

 

[42] [43] ibidem [38]

 

Il territorio di Cologno si incunea verso Milano delimitato da due importanti vie d’acqua: Il fiume Lambro e il Naviglio Martesana.

 

 

 

 

:: Continua ico_more

| Torna all'Indice |

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (5 valutazioni)