Riscatto diritto di superficie aree ex CIMEP - Comune di Cologno Monzese

Uffici | Demanio Patrimonio | Riscatto diritto di superficie aree ex CIMEP - Comune di Cologno Monzese

Riscatto Diritto di superficie aree ex CIMEP

L’acquisto di un alloggio in diritto di superficie comporta l'acquisto dell'immobile ma non del terreno su cui è costruito che rimane, per 90 anni all'operatore aggiudicatario dell'area. Decorsi i 90 anni, il terreno e gli immobili tornano nella proprietà Comunale e, l’ente può decidere se rinnovare ulteriormente la convenzione con l'operatore o se in alternativa acquisire al patrimonio i beni allora concessi in diritto di superficie – DS, mantenendo invariata la situazione, ovvero se  proporre ai proprietari il riscatto del diritto di superficie previo pagamento di una quota determinata in base a specifiche caratteristiche tecnico-edilizie. Il riscatto fa si che i proprietari acquisiscano pina titolarità del loro bene. Il riscatto del diritto di superficie può attuarsi, secondo la legislazione vigente,  anche prima dello scadere dei 90 anni.

 

Modalità per il riscatto del diritto di superficie
Con legge 23 dicembre 1998 n. 448, avente ad oggetto: "Misure di finanza pubblica per la stabilizzazione e lo sviluppo", ha concesso ai Comuni di cedere in proprietà le aree comprese nei Piani di Zona approvati a norma della legge 18 aprile 1962 n. 167, ovvero delimitate in applicazione dell'articolo 51 della legge 22 ottobre 1971 n. 865 già concesse in diritto di superficie ai sensi dell'articolo 35, comma 4, della legge n. 865/1971, per l'attuazione di interventi di edilizia convenzionata.
La sopra citata legge n. 448/1998, disciplina le modalità per la cessione in proprietà delle aree di edilizia residenziale pubblica, stabilendo le modalità per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà delle stesse, per la quota millesimale di proprietà di ciascuno, previo pagamento di un corrispettivo.
Ad avvenuto il pagamento nelle modalità stabilite con le deliberazioni di G.C. il proprietario potrà richiedere la fissazione dell’atto, indicando il nome del notaio incaricato alla stipula  di trasferimento del bene  in piena proprietà, della quota millesimale superficiaria oggetto della trasformazione.
L’importo dovuto e determinato dall’A.C. con propri atti e, annualmente rideterminato con l’adeguamento ISTAT. 
 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)