Come mantenere gli impianti efficienti - Comune di Cologno Monzese

Uffici | CURIT Catasto unico regionale impianti termici | Come mantenere gli impianti efficienti - Comune di Cologno Monzese

Come mantenere gli impianti efficienti

Lo scaldabagno e la caldaia a gas, se utilizzati scorrettamente, possono causare danni alla salute anche mortali. Dagli impianti a gas può fuoriuscire il monossido di carbonio che è un gas estremamente pericoloso perché non ha odore. E’ importante che lo scaldabagno o la caldaia vengano controllati regolarmente da tecnici specializzati nel settore.

ANOMALIE FREQUENTI

Apertura di ventilazione

Nel locale dove è presente l’impianto a gas deve esserci un’apertura di ventilazione verso l’esterno di dimensioni adeguate.
L’apertura di ventilazione è protetta da una griglia, che non deve ridurre la sezione libera totale netta di passaggio dell’aria di cui l’impianto necessita.
Verifica che sulla griglia la misura riportata corrisponda a quella che ti indicano i tecnici competenti.
Ricorda che questa dipende dalle potenze di tutti gli apparecchi a gas installati nel locale, dalla presenza di elettroventilatori e/o caminetti, ecc.
Non è una misura standard che vale per tutti!

Non chiuderla mai.


Apertura di ventilazione assente oppure ostruibile

Per le caldaie che prendono aria per la combustione all’interno dei locali, come per tutti i fuochi a fiamma libera, è obbligatorio avere delle aperture di ventilazione permanenti non ostruite (da mobili, giornali, ecc.) e non ostruibili (da tapparelle, serrande, ecc.). L’apertura di ventilazione è parte dell’impianto e serve per sicurezza di chi lo possiede.


Ventilazione insufficiente

L’apertura di ventilazione è protetta da una griglia, che non deve ridurre la sezione libera totale netta di passaggio dell’aria di cui l’impianto necessita.
Verifica che sulla griglia la misura riportata corrisponda a quella che ti indicano i tecnici competenti.
Ricorda che questa dipende dalle potenze di tutti gli apparecchi a gas installati nel locale, dalla presenza di elettroventilatori e/o caminetti, ecc.
Non è una misura standard che vale per tutti!


Canale da fumo irregolare

Lo scaldabagno e la caldaia devono essere connessi alla canna fumaria con un tubo ben collegato: in caso contrario non devono assolutamente essere accesi.

Il canale che collega la caldaia “a camera aperta” alla canna fumaria deve osservare alcune importanti condizioni, tra cui: il tratto verticale che parte dalla caldaia deve avere lunghezza almeno doppia rispetto al suo diametro; il tratto orizzontale, invece, deve garantire una pendenza verso l’alto.
Fai attenzione che anche tutte le altre condizioni (sezione, curve, lunghezze, ecc.) siano osservate, perchè un canale da fumo non corretto è responsabile molte volte di un’inefficiente
evacuazione dei fumi.

Se l’apparecchio si spegne frequentemente vuol dire che qualcosa non funziona: occorre chiamare immediatamente il personale specializzato e non manomettere il dispositivo di sicurezza.


Tiraggio insufficiente

L’evacuazione dei prodotti di combustione deve essere efficiente. Per le caldaie che prendono aria dall’ambiente dove sono installate (cosiddette “a camera aperta”) il tiraggio, per sicurezza, deve essere, secondo la norma UNI 10845, superiore a 3 Pa.
Sotto tale limite siamo in condizioni di incertezza o insufficienza e nei casi estremi i fumi possono rifluire nel locale dove è installato l’apparecchio con grave rischio per la salute di chi lo abita (intossicazione da monossido di carbonio).
Ricorda che, in presenza di caminetti (ove consentiti) e/o di elettroventilatori in funzione, il tiraggio può diminuire molto!


Errata installazione

Nei locali uso bagno o doccia e nelle camere da letto è vietato installare le caldaie a camera aperta; la loro ubicazione è vietata inoltre nei locali con presenza di caminetti senza afflusso di aria propria.
Ricorda che gli apparecchi a gas non possono trovarsi in ambienti con pericolo d’incendio (garage, box, ecc.).

E’ vietato installare una caldaia a camera aperta in un monolocale.


Altro

Ci possono essere molti tipi di problemi legati all’impianto termico.
Bisogna prestare particolare attenzione alle Osservazioni, Raccomandazioni e Prescrizioni eventualmente scritte sul rapporto di manutenzione. Ricorda che in caso di Prescrizioni l’impianto non può essere utilizzato sino all’esecuzione di quanto prescritto.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (0 valutazioni)