dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Combattiamo insieme le zanzare

notizia pubblicata in data : venerdì 20 luglio 2018

Combattiamo insieme le zanzare

Cosa fa il Comune
Da maggio a settembre l'amministrazione Comunale effettua periodicamente gli interventi di disinfestazione dalle zanzare. Per non incidere negativamente sull'ambiente, la disinfestazione viene effettuata in modo mirato e con prodotti a bassa tossicità.
Ma queste operazioni da sole non bastano! Per difendere la città dall'attacco dei fastidiosi insetti è necessaria la collaborazione dei cittadini.

Cosa devono fare i cittadini
Il Comune ha emanato un'ordinanza che indica tutto quello che bisogna fare nella quotidianità per evitare la proliferazione delle zanzare.

Tutti
•    eliminare qualsiasi ristagno d'acqua nelle aree verdi, nei cortili, sui balconi e nei terrazzi che devono essere sempre mantenuti in perfetto stato di ordine e di pulizia;
•    non abbandonare oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensioni dove possa raccogliersi l'acqua piovana (barattoli, copertoni, sottovasi, rifiuti, materiale vario sparso);
•    svuotare (non nei tombini) i contenitori di uso comune con presenza d'acqua e, ove possibile, lavarli e capovolgerli;
•    ricoprire ermeticamente i contenitori di acqua inamovibili;
•    effettuare interventi di dezanzarizzazione adulticida sulle aree a verde/siepi di proprietà.

Condomini e proprietari di edifici
•    ispezionare, pulire e trattare con prodotti disinfestanti larvicida le caditoie interne ai tombini presenti nei giardini e cortili, nei quali deve essere impedita la formazione di acqua stagnante;
•    effettuare due interventi invernali di disinfestazione, a distanza di 20 giorni l'uno dall'altro in cantine, locali caldaia, locali pompe di sollevamento, solai, vasche settiche e camere di ispezione della rete fognaria;

Consorzi, aziende agricole e a chiunque detenga animali per allevamento
•    curare il perfetto stato di efficienza di tutti gli impianti idrici allo scopo di evitare raccolte, anche temporanee, di acqua stagnante;
•    procedere autonomamente con disinfestazioni periodiche dei focolai larvali e negli spazi verdi;

Responsabili dei cantieri edili
•    avere particolare cura, per quanto riguarda le raccolte idriche temporanee, a eliminare i ristagni occasionali;
•    sorvegliare il deposito all’aperto di materiale vario onde evitare la formazione di pozze persistenti per un periodo superiore alle 72 ore;
•    procedere autonomamente con disinfestazioni larvicide e/o adulticide, qualora sia riscontrata la presenza di zanzare;

Coloro che detengono, anche temporaneamente, copertoni di auto o materiali assimilabili
•    conservare i copertoni in aree rigorosamente coperte o, in alternativa, di disporli a piramide, dopo averli svuotati da eventuale acqua ricoprendoli con teli  impermeabili fissi ed estesi
•    eliminare e stoccare in luoghi chiusi ove possibile gli pneumatici fuori uso e non più utilizzabili, dopo averli svuotati da ogni contenuto di acqua;
•    provvedere alla disinfestazione larvicida e/o adulticida, con cadenza quindicinale, da aprile a ottobre, degli pneumatici depositati in aree prive di copertura;

Coloro che conducono impianti di gestione rifiuti e attività quali la rottamazione, la demolizione auto e i vivai
•    procedere a una disinfestazione larvicida e/o adulticida mensile, da aprile a ottobre, delle aree interessate da tale attività;

Coloro che svolgono attività di “ortista”
•    coprire ermeticamente i contenitori per la raccolta dell’acqua con coperchi, teli di plastica o reti di nylon a maglie fitte in modo da impedire la deposizione delle uova da parte delle zanzare; l’apertura dei contenitori dovrà essere effettuata per lo stretto tempo necessario al travaso dei liquidi;
•    avere cura nell’evitare la formazione di ristagni di acqua.

La Polizia Locale è incaricata dell'attività di controllo dell'esecuzione del presente avviso. La non osservanza di quanto disposto è soggetta alle sanzioni previste dell'Art. 73 del Regolamento di Polizia Locale vigente, che prevede l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria compresa da un minimo di € 25 a un massimo di € 500, ai sensi dell'art. 7 bis del D. Lgs. 267/2000.

Documenti Allegati
Ordinanza n. 127 /2018 Formato pdf Scarica il documento - formato pdf - 1490 Kb
Pubblicato in data:  venerdì 20 luglio 2018
Ultima modifica in data:  venerdì 20 luglio 2018
Risultato
  • 2
(18 valutazioni)
TORNA SU